Interviste.

Intervista Raffaella Spano

CHI E’ RAFFAELLA SPANO?

Nata in provincia di Napoli, 26 anni fa, fin da piccola, grazie a mia madre, ho coltivato la passione per i libri e la lettura. In particolare per i miti e le leggende greche. Una passione che ho approfondito poi con la maturità classica, ma che purtroppo non ho potuto continuare all’università in quanto ho deciso prematuramente di sposarmi e mettere su famiglia. Ora mi dedico ai miei figlioletti, a mio marito, all’attività che gestiamo insieme e a scrivere. E grazie a wattpad, che ho scoperto qualche anno fa, ho affermato la mia passione per la scrittura e mettere nero su bianco tutte le mie idee e fantasie.

CONTATTI DELL’AUTRICE: Instagram  – Wattpad

images (1)

DOMANDE DEDICATE ALL’AUTRICE

1.Ci Racconti un po’ di te, dei tuoi gusti e di cio’ che ti piace fare?
Su di me non c’è molto da dire. Sono la persona più pigra del mondo e molto spesso passo le mie giornate senza concludere un emerito cavolo solo perché ho oziato per la maggior parte del tempo. Poi, dico sempre di essere nata nell’epoca sbagliata. I miei genitori mi hanno sempre insegnato i veri valori della vita e di solito mi trovo a disagio nel relazionarmi con questa nuova generazione. Infatti, non possiedo Facebook e nessun altro tipo di social con qualche profilo personale. Amo leggere e scrivere, come già sai, e amo anche ricamare e dipingere.

2.Come impieghi il tuo tempo e come lo gestisci??
Il mio tempo lo impiego facendo le cose che più amo, quando i miei figli me lo permettono. Non lavoro da quando sono nati loro e quindi ho molto tempo a libero a disposizione. Di solito mi dedico alla scrittura nel pomeriggio e alle letture di sera a letto. Ovviamente faccio anche tutte le altre cose che fanno le mamme, ma con molta molta calma.

3.Nei tuoi libri si parla molto e sopratutto d’amore.. hai anche tu un amore come quello dei tuoi libri? come lo vivi?
Sì, sono innamorata. Da sei anni, di mio marito. Con lui è stato tutto contro corrente. Abbiamo bruciato tutte le tappe di una relazione normale e siamo andati a convivere ancor prima di dirlo ai miei genitori, dopo solo un mese di conoscenza. A distanza di anni, non sentiamo affatto il peso della routine. E nonostante i normali litigi di coppia, i figli, le notti in bianco… riusciamo sempre a ritagliarci dei momenti nostri. E credo proprio che se riesco a scrivere d’amore nei miei romanzi è perché lo vivo ogni giorno sulla mia pelle.

4.Per te l’amore e come lo “descrivi” nei tuoi libri o molto di piu’?
L’amore è sempre di più. Ecco perché scrivo tanto romanzi. L’amore ha tantissime sfumature e adoro raccontarle tutte.

5.Scrivere e pubblicare dei libri quanto ha influenzato la tua vita?
No. Pubblicare libri non ha influenzato molto la mia vita. Ho cominciato a scrivere per svago su wattpad e dopo qualche anno ho deciso di mettermi in gioco con il self publishing. Ma non ho mai dato molto peso alle vendite o alla notorietà. Mi piace solo mettere su carta delle storie che mi va di raccontare e regalare quante più emozioni possibili. Non punto a fare dei miei scritti un mestiere per la vita e non sto mai a controllare ossessivamente i follower. Sono già pienamente soddisfatta della mia vita e scrivere per me è solo passione.

6.Quali sono i tuoi autori e libri preferiti?
Ho tanti autori preferiti. In primis Sara Rattaro e Wulf Dorn, e di conseguenza tutti i loro libri.

7.Per te cos’e’ la lettura? e la scrittura?
La lettura mi accompagna da quando ero una bambina, quindi è una cosa che fa parte di me da tutta la vita. La scrittura invece mi permette di aprirmi ed esprimermi. Sono una persona molto riservata e spesso questa riservatezza viene scambiata per antipatia.

DOMANDE DEDICATE AI SUOI LIBRI

8.Com’e’ nata la saga di “Rapita”?
Rapita è nata da un sogno strano che ho fatto, come quasi tutte le storie che scrivo. Ma nel mio sogno c’era solo una ragazza legata ad una sedia, che forse ero io, e un misterioso rapitore che chiedeva il riscatto. Al mio risveglio, elaborai un po’ la cosa e cominciai a buttare giù qualche bozza. Ammetto di aver immaginato la storia molto diversamente da quella che ne è uscita fuori, ma il punto è che quando ho cominciato a scrivere, poi non sono più riuscita a smettere e ad ogni capitolo veniva fuori un’idea che dovevo assolutamente inserire.

9.Io ho amato la storia di Eleonor e Jack, mi e’ entrata dentro e quando la terminai mi si e’ creo’ un vuoto dentro, quanto e’ stato difficile lasciarli andare?
Non amo mai staccarmi dai miei personaggi che amo descrivere come amici immaginari. È sempre brutto per me concludere una storia e lasciarmeli alle spalle.

10.Anche se so che ci hai presi un po’ in giro.. perche’ dopo “Andrew” la storia continuera’.. perche’ hai cambiato idea?
Dopo tutto quello che avevano passato Eleanor e Jack in tre volumi, ho dovuto dare per forza una conclusione. Pensavo che a lunga andare poi avrebbe stancato. E invece, ho ricevuto tantissimi messaggi da parte di tante lettrici che mi chiedevano di continuare. Io non amo deludere nessuno e così, dopo averci pensato durante alcune notti insonni, è nato Andrew.

11.Io ho letto tutti i tuoi libri, iniziando proprio da rapita, amo il modo in cui scrivi, cosa ti spinge a scrivere sempre nuove storie?
Grazie mille. Scrivere è ormai un’abitudine. Ho sempre pensato che i libri cambiano la vita delle persone e questo mi spinge e questo mi spinge a non smettere mai. (Anche se le mie storie non sono dei gran capolavori, ma mi piace descrivere e raccontare emozioni)

12.Chi ti sostiene e sopratutto chi ti da la forza di continuare in questo “mondo” della scrittura?
I miei lettori sono i miei più grandi sostenitori. Sono loro a darmi la forza di continuare e fare sempre di meglio.

13.A chi ti ispiri per i tuoi personaggi? da dove trai ispirazione per ogni storia?
Traggo ispirazione da qualunque cosa, ma soprattutto da sogni strani che faccio. Di solito, prima di cominciare una storia, ho in mente solamente qualche bozza di trama. Ma quando cerco di metterla in pratica, beh, le dita scivolano da sole sulla tastiera. E quello che non ho mai inserito elle mie storie sono le persone che conosco. Cerco sempre di affidarmi all’immaginazione e lasciare ad essa le sorti di ogni capitolo, fin quando non sono soddisfatta.

14.Come scegli le copertine e i titoli dei tuoi libri?
Sono una schiappa con le grafiche, quindi mi affido a chi è più esperto di me. Do sempre carta bianca e dopo vari tentativi si arriva alla copertina perfetta. Per i titoli, mi affido sempre al primo che mi viene in mente. Cerco di inserire sempre la parola chiave della storia. E anche se durante la stesura della storia penso ad altre alternative, rimango sempre fedele al primo che ho pensato.

NEWS E SALUTI 

15.Stai lavorando a nuove storie? ci anticipi qualcosa?
Siii, a tantissime nuove storie. La prossima uscirà ad ottobre. Se riesco, anche a settembre. Sarà un altro romanzo, dal titolo “La scelta”. Poi mi dedicherò alla stesura del quinto volume di Rapita, alla seconda parte di “Follia” e ho già la scaletta pronta per una nuova trilogia molto ma molto royal. E tante altre ancora 😅 , tra le quali il sequel di “uno strano incontro”.

16.Farai della scrittura il tuo unico mestiere?
No. Per me scrivere non è un mestiere, a meno che non si tratti di un autore che vanta una vasta collezione di best seller mondiali. Beh, io non punto a questo. Scrivo per passione e non per guadagnare fior di quattrini. Mi basta sapere che i miei lettori apprezzino quello che scrivo.

17.Hai in mente nuove collaborazioni?
Collaborazioni con te, sicuramente. Adoro le tue recensioni. Sei sincera e apprezzi, appunto, quello che scrivo.

18.I tuoi libri sono disponibili in tutte le librerie? farei qualche firmacopie?
Solamente Comincio da te è disponibile nelle librerie e finora non ho mai avuto l’occasione di pensare o organizzare un firmacopie. Non so nemmeno da dove si comincia. Ma c’è da dire però che sono una persona molto ansiosa. Stare al centro dell’attenzione non è il mio forti e avere tanti occhi puntati addosso mi mette a disagio. Quindi credo che semmai dovessi farne uno un giorno, sarà una serie eclatante di pessime figure.

19.Un saluto ai lettori e un motivo per cui dovrebbero leggere i tuoi libri?
Grazie veramente di cuore per questa intervista e a chiunque stia spendendo un po’ del suo tempo per leggerla. Date un’occhiata ai miei libri e capirete che sono storie da non perdere perché sono capaci di regalarvi un po’ di spensieratezza e emozioni. Grazie ancora.

images (1)

Siamo giunti quasi alla fine di questa fantastica intervista che aspettavo di fare gia’ da un po’, se vi state chiedendo il perche’, beh.. Adoro questa ragazza e i suoi libri, e chi segue il mio blog e la mia pagina sa che ho pubblicato molte recensioni sui suoi libri. Mi ha colpito davvero tanto l’animo di questa giovane ragazza, le sue risposte alle mie domande (che sono state davvero tante come avete potuto vedere), sono andate oltre le mie aspettative. Ho potuto conoscere meglio la persona che da un anno a questa parte mi ha fatto sognare con la storia di Eleonor e Jack e non solo, e per me e’ stato un vero onore. E poi ho la fortuna che siamo entrambe Napoletane (‘: quindi chissa’ magari un giorno riusciro’ ad incontrarla. Ma a parte cio’, ci tengo a ringraziare Raffaella, non solo per questa intervista, ma per tutta la fiducia che ha riposto in me fin dalla prima volta che abbiamo parlato, fin dalla prima volta che ho letto un suo libro, se la mia pagina e il mio blog crescono sempre di piu’ e’ grazie a persone come lei che mi danno il sostegno e la fiducia necessaria per le mie recensioni. In molte delle sue risposte ho riscontrato un pezzettino di me stessa e questa e’ una spiegazione del perche’ mi e’ sempre piaciuta come persona anche se prima di questa intervista la conoscevo davvero poco.  Apprezzo il lavoro che fa e l’impegno che ci mette anche essendo mamma di due splendidi bambini che ho avuto modo di guardare attraverso alcune storie di Instagram. E inoltre sono felicissima perche’ ci ha anticipato che presto nasceranno nuove storie, anche se io aspetto con ansia il seguito di Andrew della trilogia rapita. Detto cio’, non voglio annoiare voi e nemmeno Raffaella, concludo col dire grazie a quest’ultima per tutte le opportunita’ che mi sta regalando, e spero che i suoi libri vengano letti da tantissime persone perche’ meritano davvero tanto. Trovate le recensioni dei suoi libri con tutte le informazioni necessarie anche per l’acquisto qui’ sul blog nella categoria recensioni. 

images (3)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...