recensioni

La vincero’ mai una pecora?

TITOLO: La vincero’ mai una pecora?

AUTRICE: Francesca Gioacchini

CASA EDITRICE: Createspace Independent Pub

DATA DI PUBBLICAZIONE: 6 maggio 2017

GENERE: Romantico

PAGINE: 230

PREZZO CARTACEO/EBOOK: 7,28€ / 2,99€ 

VOTO: 7/10

DOVE ACQUISTARLO: Amazon


AUTRICE

Francesca Gioacchini, romana di nascita ma londinese di residenza, è la mamma a tempo pieno di quattro bambini.  La vincerò mai una pecora? è il suo primo romanzo a cui spera seguirà un secondo. Doveri di madre permettendo, ha iniziato a lavorare sulla continuazione in cui verrà affrontato il tema del trasferimento di Alice a Parigi, il suo ritrovarsi in una città che non conosce, con una lingua che non parla, senza amici e soprattutto con la difficoltà di dover fare fronte ad una famiglia araba contraria alla sua relazione con Kahil.


SINOSSI

Quando annunciò ai genitori di aver conosciuto un ragazzo musulmano sapeva che convincerli ad accettarlo non sarebbe stato facile. Fu l’ironia a salvarla. Questo è il diario di Alice, una romana trapiantata a Londra. Da anni è innamorata di Kahil, un ragazzo franco-algerino ma entrambe le famiglie sono contrarie alla relazione. Sullo sfondo di una Londra vista con gli occhi di una straniera, tra un lavoro impegnativo nel cuore della City, fine settimana in giro per l’Europa e aneddoti spassosi, Alice vive la contrastata storia d’amore con una forte dose di umorismo.


PRESENTAZIONE DEL LIBRO


RECENSIONE

Il diario di una ragazza Romana di nome Alice, trasferitasi a Londra, dove incontra il suo vero amore, Kahil. Un ragazzo mulsumano, conosciuto per caso una sera in discoteca poco dopo essersi trasferita nell’immensa Londra. Dopo vari approfondimenti sulla loro vita, tra i due nasce davvero un sentimento molto forte, ma gli ostacoli sono dietro l’angolo.

” Si dice che dietro a ogni sogno si celi un significato.”

Alice ci racconta delle sue disavventure, sul posto di lavoro, sulle sue “Imbrazzanti” figure in presenza di altre persone, anche per colpa del suo inglese non molto chiaro. Il suo lavoro inizia a non soddisfarla piu’, la sua storia con Khail inizia a pesare, affrontare una storia a distanza, vedersi ogni tre settimane, ma c’e’ un’ostacolo ancora piu’ grande che impedisce ai due di vivere insieme…La famiglia di Khail. 

” Gli addii sono sempre un po’ tristi ma poi scatta il conto alla rovescia di quanti giorni mancheranno al prossimo incontro che quando arriva e’ sempre da fuochi d’artificio.”

Alice si ritrovera’ ad affrontare una crisi in questa relazione, si ritrovera’ a prendere delle decisioni e non solo, al lavoro riuscira’ mai a vincere una pecora di stoffa come premio? Beh, sicuramente il rapporto con la madre nonostante all’inizio non approvasse le scelte di Alice, l’aiutera’ molto.

” E poi l’amore non vince su tutto?”

Un diario molto divertente, le disavventure di Alice mi hanno davvero divertita, sopratutto perche’ a primo impatto pensavo fosse un libro un po’ noioso, ma dopo le prime cose buffe raccontate da Alice ho iniziato subito a ricredermi. Questa storia d’amore andata contro tutto e tutti oltre ogni regola, religione, e stili di vita differenti, e’ il pieno esempio di quanto sia forte l’amore vero. Ma come in tutte le storie, dobbiamo fare delle scelte, e Alice a malincuore prende delle decisioni che forse non gli faranno andare le cose poi cosi’ male.. anzi… Ma e’ meglio che smetto prima di spoilare (‘: Parlando del libro in generale, mi ha sorpresa davvero, e’ stato piacevole leggerlo, e i capitoli non erano molto lunghi ed e’ una cosa che come ben sapete apprezzo tantissimo, quindi e’ un libro abbastanza scorrevole. Questa scrittrice ha uno stilo di scrittura molto alla mano, senza fare giri di parole, che le cose siano imbarazzanti o meno non ha esitato a esprimere  i veri disagi di Alice, e ho apprezzato davvero tanto questa cosa. All’inizio davvero non capivo il perche’ del titolo di questo libro, ho continuato a leggere sono arrivata quasi alla fine, fin quando, ecco il mistero svelato. Leggendo quel capitolo ho capito davvero tutto. Ho anche apprezzato i gesti della mamma di Alice, li ho trovati molto dolci e premurosi. L’unica pecca che ho da ridire, e che avrei voluto conoscere o meglio, ” approfondire” di piu’ la storia di Khail e Alice, si e’ parlato molto di lavoro, di scene divertenti e un po’ meno di questa storia d’amore. Ma a parte cio’ davvero mi ritengo soddisfatta e sorpresa per questo libro. La copertina rispecchia perfettamente l’allegria di tutto il libro. Quindi se amate le scene divertenti, questo e’ il libro che fa per voi.

Ringrazio Francesca per avermi inviato il suo libro, per la pazienza che avuto nell’aspettare tanto tempo per questa recensione, ma mi sono ritrovata sommersa di libri e impegni in questi mesi, quindi non potro’ mai ringraziarla abbastanza per l’attesa e la gentilezza che ha avuto. Ci tengo a fargli i miei complimenti per l’allegria che ha usato in questo libro, e per questa storia amorosa ambientata nella grande Londra e Parigi. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...