recensioni

Vorrei che fossi tu

TITOLO: Vorrei che fossi tu

AUTRICE: Lorenza Bernardi

DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 settembre 2010

CASA EDITRICE: Piemme

GENERE: Romance

PAGINE: 208

PREZZO CARTACEO/EBOOK: 12,75€ / 6,99€

VOTO: 6/10

DOVE ACQUISTARLO: Amazon


SINOSSI

Cosa faresti se per errore ricevessi un messaggio da un ragazzo che non hai mai sentito nominare? Beatrice, sedici anni, timida e seria com’è, non ha dubbi: lo cancellerebbe all’istante. Si dà il caso, però, che il messaggio parli del suo libro preferito e Bea non resiste alla tentazione di rispondere. Tra i due inizia così una fitta corrispondenza di sms e, giorno dopo giorno, Bea scopre di avere un sacco di cose in comune con il ragazzo misterioso. Con lui sente di poter parlare di tutto e di riuscire ad aprirsi, condividendo sogni e speranze. Nel frattempo, però, Bea a scuola conosce Andrea, odioso e supponente come nessun altro. Le sembra che quel ragazzo non perda occasione per metterla in imbarazzo e lei non vuole avere niente a che fare con lui. Ma il destino, si sa, gioca brutti scherzi…


RECENSIONE

Bea e’ un’adolescente un po’ diversa dalle sue coetanee, non ama la tecnologia e non perde tempo dietro a stupide app e cose del genere. Ma un giorno prima di partire per l’estate con una sua amica e la sua famiglia, gli arriva un messaggio inaspettato, arrivato per sbaglio riempie di dubbi Bea, che dopo aver esitato per un momento inizia a rispondere a quel ragazzo sconosciuto. I due si ritrovano a scriversi ogni giorno, e scoprono di avere molte cose in comune.

” Le sembrava di non avere più punti di riferimento.”

Tornata dalle vacanze, inizia a la scuola e Bea si ritrova di nuovo con Anna, la sua  migliore amica, la quale non e’ d’accordo con questa “relazione” tra Bea e questo ragazzo misterioso. Ma Bea presto si scontra con Camilla e Andrea, lei troppo snob e lui troppo pieno di se, all’apparenza. Bea dopo un brutto voto si chiude in se stessa, i dubbi non fanno che assalirla sempre di piu’, quel rapporto con quel ragazzo misterioso inizia a pesare, vorra’ davvero conoscerlo di persona? 

” Aveva capito che i rapporti vanno consumati, sia negli aspetti belli sia in quelli più difficili. Le persone vanno conosciute e guardate in faccia. Le mani vanno intrecciate. La pelle sfiorata e annusata.L’amore ha bisogno di presenza. Fa niente se non è come nelle favole, dove le persone sono tutte bionde e sorridenti, i castelli immersi nel verde e la natura rigogliosa.”

Andrea scopre una dura verita’, e anche se il rapporto con Bea stava iniziando ad essere pacifico, i due si allontanano. Un piccolo incidente accade a Bea la quale si ritrovera’ in ospedale per alcuni giorni. Ma il giorno del compleanno di Bea, la sua vita verra’ sconvolta dalla presenza di una persona inaspettata.

“Le lacrime cominciarono a sgorgarle dagli occhi. Avrebbe voluto ricacciarsele indietro a forza, ma stavano vincendo loro. Tutti vincevano, e lei soccombeva.”

Beh che dire, un libro molto scontato, di certo niente di cosi’ sorprendete. Non dico che sia un libro che mi abbia delusa, leggendo la trama mi aspettavo cio’ che ho letto, ma speravo almeno in un colpo di scena da togliere il fiato. E’ un libro molto semplice, ed e’ per questo che si legge facilmente, e a mio parere e’ un libro adatto a chi e’ alle prime armi con la lettura. Ma ovviamente c’e’ a chi e’ piaciuto molto, e non giudico il parere di nessuno, ho trovato mole recensioni positivi e sono felice di aver visto persone che hanno apprezzato davvero molto questo libro. So che c’e’ un continuo, ma non so se leggerlo oppure no, poi decidero’. Certamente questa scrittrice ha usato un tipo di scrittura molto ma molto giovanile proprio come lo scriverebbe un adolescente. Ma tutto sommato, e’ una lettura che sta nella media, io credo che con qualche dettaglio in piu’ e qualche colpo di scena mi sarebbe piaciuto di piu’, ma la storia non e’ male anche se come ho gia detto all’inizio di questa recensione, il finale e molto scontato gia’ prima he si arriva a meta’ libro. Il personaggio che mi e’ piaciuto di piu’ e’ Andrea, ho trovato Bea un po’ troppo scontato, e’ stato facile prevedere ogni sua mossa, mentre per Andrea beh e’ stato molto piu’ difficile. Definirei questo libro molto ” Soft” quindi consiglio di leggerlo in momenti di ” Periodi no” perche’ non farete per nulla fatica a leggerlo e vi rilassera’ un po’. Se anche voi avete letto questo libro e avete un parere totalmente diverso dal mio saro’ felice di parlarne con voi, magari mi farete ricredere. Ma detto cio’ se amate queste storie semplici ma allo stesso tempo tenere, non esitate ad acquistare questo libro. Spero di ricredermi sul seguito.

ALLA PROSSIMA RECENSIONE.

-Sabry.

2 risposte a "Vorrei che fossi tu"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...