recensioni

La piccola libreria di New York

TITOLO: La piccola libreria di New York

AUTRICE: Miranda Dickinson

CASA EDITRICE:  Newton Compton Editori

DATA DI PUBBLICAZIONE: 1 settembre 2016

GENERE: contemporary romance

PAGINE: 423

PREZZO CARTACEO/EBOOK: 4,17€ / 2,99€

VOTO: 9/10

DOVE ACQUISTARLO: Amazon


AUTRICE

Miranda Dickinson è nata nelle West Midlands e vive in Inghilterra. Lavora come copywriter, collabora con diverse riviste e siti web. I suoi romanzi sono stati tradotti in sette lingue. La Newton Compton ha pubblicato Iniziò tutto con un bacioFavola d’amore a New York e La piccola libreria di New York. Un amore dolcemente complicato è il suo nuovo romanzo che scalda il cuore.  Il suo blog è www.coffeeandroses.blogspot.com


SINOSSI

Quando il suo ragazzo la lascia per l’ennesima volta, Bea James, proprietaria di una libreria a Brooklyn, prende una decisione. Basta uomini, basta cuori infranti, basta dolore. Il suo lavoro le piace e i libri l’hanno sempre salvata, l’importante sarà riuscire a stare lontana dall’altro sesso. Jake Steinmann, uno psichiatra che viveva a San Francisco, è pronto a ricominciare, dopo la fine del suo matrimonio. D’ora in poi ci sarà un unico amore nella sua vita: New York. Bea e Jake si conoscono a una festa in cui sono gli unici single, e quando parlano si trovano d’accordo su una cosa: nessuno di loro due vuole avere alcun genere di relazione sentimentale. Ma la città ha altri piani per loro…


E98151E0-65D5-4F51-9C19-A98A1D79AD53.jpegRECENSIONE

Bea e’ un’amante dei libri e insieme al suo migliore amico Russ O’ Docherty conosciuto all’universita’ hanno aperto una libreria ” Hudson river books”.Quando il suo ragazzo Otis la delude per l’ennesima volta, Bea prende il coraggio che gli e’ sempre mancato e dice basta all’amore. Jake Steinman e’ uno psicologo, sua moglie decide di lasciarlo dopo tanti anni di fidanzamento e matrimonio, cosi’ Jake decide di tornare a New York, il posto in cui e’ nato e che aveva lasciato a causa di sua moglie. Anche Jake come Bea dice basta all’amore. 

“Piu’ ti nascondi da cio’ che ti spaventa, piu’ ti sembrera’ insormontabile.. quando ti metti in una situazione difficile, trovi quello che ti serve per risolverla dentro di te.”

Ma il caso vuole che Bea e Jake si ritrovano alla stessa festa orgnizzata da Jake per suo fratello Ed e la sua futura moglie Rosie. Bea e’ stata invitata da suo fratello Stweart e dalla sua fidanzata Cecilia amici dei futuri sposi. Solo quando si rendono conto che gli unici single sono proprio Bea e Jake i due si incontrano per caso, e si fanno una promessa ” Non innamorarsi piu'”. Ma i due non si scambiano numeri di cellulari, non sanno come “cercarsi” e mentre Bea pensa a Jake, lui fa altrettanto. Ma il caso vuole, che i due, grazie all’aiuto di Ed e Rosie, si incontrino. Jake e Bea iniziano a visitare New York insieme, a turno, scelgono il loro posto preferito dove passare il tempo insieme.

” Forse avri tutto il tempo del mondo, ma non sai mai cosa c’e’ dietro l’angolo per la persona che ami.”

Bea e’ molto legata a sua nonna la quale gli invia lettere e gli svela il suo segreto di un’amore nascosto da giovane. Ma le cose cambiano, quando tutto sembra andare per il meglio, quando sia Bea che Jake iniziano a ricominciare da zero, quando forse entrambi iniziano a provare qualcosa l’uno per l’altra, le cose iniziano a farsi strane e le loro vite ne resteranno sconvolte. Bea e Jake si ritroveranno a fare i conti con il passato, conti che li separeranno, momenti che potrebbero non tornare piu’. 

“Bea fece un respiro profondo. Il rassicurante profumo della carta, dell’inchiostro e della cera per mobili le riempì i polmoni. Per lei era l’odore più bello del mondo, l’aroma allettante di una libreria. Il suo sogno era sempre stato quello di possederne una. Per tutta la vita aveva amato i libri. Libri veri, non quelli elettronici. Libri che potevi metterti in borsa e leggere sulla metro. Libri che potevi far finta di consultare in una caffè del tuo quartiere mentre in realtà ti guardavi intorno. Libri in cui potevi tuffarti, accoccolarti e perderti. Libri con cui potevi riempire il tuo appartamento: infilati nelle mensole, sotto i tavoli, pile rassicuranti sul comodino. Se usciva di casa senza un libro, Bea si sentiva nuda, priva di qualcosa. In definitiva, lavorare in libreria voleva dire trovare sempre nuovi amici da portare a casa.”

La prima cosa posso dire di questo libro, e che vi fara’ amare ancora di piu’ i libri. Questa storia viene raccontata da due punti di vista, quello di Bea e quello di Jake, e’ questa e’ una cosa che amo, perche’ posso conoscere le sensazioni di entrambi i protagonisti. Il personaggio di Bea Mi rispecchia molto a dire la verita’, in molti aspetti e in molti pensieri mi sono rivista in lei. Ovviamente, gia’ dal nome del libro si intuisce che si ha molto a che fare con i libri, e grazie alla fantastica descrizione nei dettagli che ha usato questa scrittrice e’ possibile immaginare ogni angolo della libreria ” Hudson river books”. Leggere questo libro e’ stato come fare un viaggio in questa libreria piena di libri e fantasia, tanto che ci metterei molto piacevolmente i piedi se esistesse. La cosa che mi ha colpito molto di questo libro e’ stato lo stile di scrittura di questa autrice, molto autentico fresco, molto piacevole sopratutto il modo in cui ha mescolato i pensieri di Jake e Bea senza mai confonderli e’ un qualcosa di eccezionale. Il personaggio di Jake, a mio parere, l’avrei preferito piu’ aperto, nel senso, avrei preferito conoscerlo molto meglio, avrei voluto piu’ dettagli su di lui, ma a parte questo non ho niente da ridere a questo libro. Ci sono dei momenti che ti scaldano il cuore all’interno di questo libro, e i miei preferiti sono i momenti in cui Bea si scrive con sua nonna, quel rapporto nonna e nipote che al giorno d’oggi vediamo molto poco, il loro e’ un rapporto speciale e’ questo potete capirlo solo se leggete questo libro. L’amore che si percepisce in questo libro e’ immenso, ci sono liti, risate, matrimoni ma ora e’ meglio se smetto altrimenti vi faccio uno spoiler enorme e non c’e’ cosa peggiore no(?) Posso solo sperare che come me, amiate questo libro e che capiate il perche’ mi ha affascinata. 

” Le bestava essere perennemente cirocondata dai libri per sentirsi felice.”

ALLA PROSSIMA RECENSIONE.

-Sabry.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...