recensioni

Nel cuore di una donna

TITOLO: Nel cuore di una donna 

AUTORE: Chiara Albertini

CASA EDITRICE: Streetlib

DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 Agosto 2014

GENERE: Romanzo

PAGINE: 298

PREZZO CARTACEO/EBOOK: 12,98€ / 2,49€

VOTO: 8/10

DOVE ACQUISTARLO: Amazon


AUTRICE

Chiara Albertini nata e cresciuta a Milano Marittima, in provincia di Ravenna, è laureata in Lingue e Letterature Straniere. Ha all’attivo una tesi in Lingua e letteratura inglese con un saggio sull’ amata e famosa scrittrice inglese del XX secolo Ellis Peters dal titolo Il Medioevo in giallo nella narrativa di Ellis Peters.
Da sempre affascinata da questo periodo storico ha infatti condotto studi al limite del poliziesco sui secoli bui e, a tutt’oggi, questo saggio rimane il primo e unico lavoro in ambito italiano sull’argomento (Vincitore al PremioCarver/2012; secondo posto al Premio Franzkafkaitalia/2012) Appassionata di lettura e scrittura, per un arricchimento personale e culturale, ha conseguito un diploma in Tecniche di redazione: editing, correzione di bozze. Dalla carta al web. Nella vita lavora nel settore turistico-immobiliare: un mondo, dice lei, che non le appartiene del tutto. Nel cuore di una donna è il suo romanzo d’esordio.


SINOSSI

Ci sono verità difficili da rivelare, verità scomode a cui ci si vorrebbe sottrarre, verità amare che fanno così male da non riuscire nemmeno a scriverle nero su bianco… perché significherebbe viverle nuovamente, riflettersi in loro una seconda volta.
E a nulla serve riconoscere che il cuore ha infinite ragioni, a volte taciute, altre sussurrate, altre ancora rivelate, quando le si scoprono in balia del destino: “lui” è una forza più grande, a cui non si può sfuggire.


PRESENTAZIONE DEL LIBRO

 


RECENSIONE

La vera forza di una donna sta nel rialzarsi dopo aver toccato il fondo.

Susan moglie e madre di tre figli ha una vita del tutto equilibrata a Boston con la sua azienda di famiglia, fin quando il suo brusco passato torna a tormentare la sua mente. E proprio nel momento giusto, arriva Beth sua sorella minore che riesce a fargli aprire finalmente gli occhi sul loro passato. Entrambe vittime a cui è stata rubata l’infanzia da un padre violento che maltrattava la loro madre, la quale non le aveva mai protette e mai mostrato affetto, ma dopo la morte del padre, mentre Susan parti’ per crearsi quella che ora e’ la sua vita a Boston, Beth decise di restare ad Amberly con la madre. Ma quel giorno Beth aveva un segreto da rivelarle, la loro madre che Susan aveva tanto odiato per tutti quegli anni era malata. E quando decise di partire doveva affrontare delle conseguenze, i suoi figli, suo marito credevano che quella donna fosse morte ancora prima di che Susan è Paul ( suo marito) si conoscessero. E quando disse loro la verità non la presero bene, fatta accezione per Carol, sua figlia che ascoltando la sua vera storia la sostene’ su ogni sua decisione.

“ Il tempo svela tutto e lo porta alla luce”

Susan ormai partita, aveva lasciato suo marito i suoi figli senza avere modo di parlargli prima con calma. Lei che tanto aveva odiato Catherine ( ora moglie e madre di due bimbi di Brandon, per aver tradito suo figlio Joshua con l’altro suo figlio Brandon, i due fratelli in conflitto a causa sua, e Susan non poteva perdonarglielo.. lei che tanto aveva giudicato loro, era la prima ad aver mentito. Susan arrivo’ ad Amberly e quando gli occhi di una madre che ne ha passate tante rivede gli occhi di una figlia che ormai sentiva di aver perso per sempre, non possono far altro che far scendere lacrime che ti bagnano il viso, e lo stesso vale per Susan. Tra scuse, chiarimenti e ricordi, Susan capisce davvero che sua madre nel corso degli anni è cambiata, è riuscita a rinascere dopo quel passato orribile, quelle urla, quelle mani, quelle regole, quella distanza che aveva creato era per proteggere lei è Beth da un padre che non le voleva, un padre che desiderava un maschietto e non avendolo, incolpava la loro madre che in realtà colpe non ne aveva, se solo avesse mostrato anche un minimo gesto di affetto verso susan e Beth bambine, sapeva che quell’uomo non si sarebbe fermato nel ferire quelle povere anime innocenti.

“ E una maschera che indosso, una sorta di difesa da tutto ciò che mi disturba o destabilizza, proprio perché non sono così forte come sembra”

Susan decise di prendersi cura di sua madre per quel poco di vita che gli restava, decise di portarla a passeggio
Rivivendo alcuni momenti della loro vita, facendo qualche pausa di tanto in tanto a causa della sua malattia, che man mano non faceva che indebolirla. Susan capi’ che sua madre era riuscita a farsi voler bene dagli abitanti di Amberly che tutti rispettavano e volevano bene quella donna dal passato tormentato. Ma arrivò il momento che Susan e Beth tanto temevano.. in un attimo.. quella madre dal volto sofferente e dal cuore ricucito per le mille ferite smise di vivere.

“doveva trovare una luce, nel buio di quel cuore solitario, rimasto per lungo tempo in silenzio”.

Quando Susan decide di tornare a Boston molte cose sono ancora in sospeso, ma di certo l’appoggio di Paul non manca, che grazie a Carol è riuscito a vedere ciò che di buono c’era in quella bugie. Ma Susan non faceva altro che peggiorare, di pensare al suo passato, ai suoi errori a ciò che per orgoglio si era persa, quella donna forte, ostinata e decisa non c’era più. Mancano pochi giorni a Natale e mentre Susan compra dei regalini per i nipoti accade l’impensabile. L’odio, le liti, i rancori, vanno a sfumarsi di fronte a una speranza e a un bene che per troppo tempo si è tenuto nascosto dentro se stessi. E un piccolo “ angelo custode “ che sono sicura emozionerà tutti voi.

“i tuoi occhi e i tuoi gesti rivelano più di mille parole”.

Cosa dire? La forza di tre donne che affrontano la vita giorno dopo giorno oltre ogni ostacolo. Come avete ben visto non vi ho svelato il finale, credo che non merita spoiler e merita di lasciarvi senza fiato se deciderete di leggere questo libro. Un libro che ti appassiona molto, sopratutto per il modo in cui è stato scritto, molto scorrevole, con quel senso di caldo che ti fa stare bene sentendo addosso ogni emozione della protagonista Susan. Credo che questa libro sia da insegnamento sia per gli adolescenti e sia per gli adulti, una storia che forse lì fuori qualcuno ha davvero vissuto e perché no(?) che magari è riuscita a rialzarsi proprio come Susan e Beth. Sbagliare è facile, ma perdonare? Perdonare e’ un dono che non tutti abbiamo ma poi c’è ne rendiamo conto solo quando è troppo tardi. Le parti che più mi hanno emozionata sono: quella in cui Susan torna a casa e Paul la difende, l’ascoltano e passano l’intera notte a condividere il dolore di Susan, e il finale, che come ho già detto non vi svelerò. Merita di essere letto sicuramente, merita di essere vissuto in tutte le sue sfumature. Ci sono libri che ti emozionano e libri che ti entrano dentro nella loro semplicità, e questo è proprio quest’ultima. La copertina sobria e semplice, ci sono libri di cui la copertina non c’entra perfettamente nulla, ma non in questo caso, si addice perfettamente alla storia. Ovviamente se tutto questo è possibile e grazie alla scrittrice, che con la sua bravura e riuscita a farmi emozionare e a farmi battere il cuore per queste donne in rinascita.

Ringrazio Chiara per questa opportunità e per la sua fiducia nell’avermi mandato il suo libro. Faccio i miei complimenti come sempre per questo libro così vero è significativo e auguro tanto successo per altri libri che verranno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...