recensioni

La piccola parigi: Leggende di Cabiate

TITOLO: La piccola parigi: Leggende di Cabiate

AUTORE: Alessandro Tonoli

CASA EDITRICE: GWMAX srl

DATA DI PUBBLICAZIONE: 7 giugno 2015

GENERE: Narrativa contemporanea

PAGINE: 60

PREZZO EBOOK: 2,99 €

VOTO: 8/10

DOVE TROVARLO: Amazon


SINOSSI

Una città, un racconto misterioso e una bambina di cui nessuno ha mai saputo il nome. Ecco cosa si cela dietro Cabiate e il suo essere chiamata dai suoi abitanti “Piccola Parigi”, per un motivo che però nessuno sembra ricordare. Forse solo il nonno di Chiara ha, nascosta nel suo passato, la chiave per svelare la natura di questo incantesimo che ora, forse, sta per essere finalmente rivelato.


RECENSIONE

Tutti noi siamo affascinati dalle storie raccontate dai nostri nonni, sia da piccoli che da grandi, quel calore e quell’innocenza che si crea nel nostro cuore ascoltando una vecchia leggenda e quella curiosita’ che ci fa impazzire. Se leggete questa breve storia vivrete quell’emozione che si provava quando eravamo solo dei piccoli bambini innocenti.

” Ed ecco perchè dietro ogni cosa che non si riesce a ricordare, c’è sempre una storia che vale la pena di essere raccontata.”

Una storia degna di essere raccontata e di essere vissuta a pieno. Una piccola bambina di nome Chiara molto dolce ed innocente con suo nonno Francesco un po’ duro ma allo stesso tempo amorevole e comprensivo. Dopo la morte della nonna Chiara intuisce che il suo amato nonno e’ triste e solo, cosi’ decide di dedicargli un po’ del suo tempo parlandogli.. e li’ che inizia la storia della piccola parigi raccontata dal nonno Francesco in un modo che nessuno ricorda cosi’ bene.

“Tutti vorremmo essere chiamati per i nostri sogni. Ci gireremmo per strada molto più velocemente, fidati. Sono i nostri sogni che ci identificano, non i nostri nomi.”

Una piccola bambina comparsa dal nulla che porta amore e felicita’ a qualsiasi essere vivente e non. Che crede nei sogni, che crede nell’anima degli oggetti. Una bambina con un vestito rosso ma di cui nessuno ha mai conosciuto il nome, un mistero per gli abitanti di Cabiate. Quella piccola bambina scomparsa dal nulla cosi’ com’era arrivata, lascio’ una grande tristezza negli abitanti di Cabiate, tutti compreso il nonno Francesco che restava sempre in disparte ad osservarla sperava in un suo ritorno. Un giorno eccola li’.. tornata da un viaggio a Parigi, porto’con se un piccolo dono, una piccola torre eiffel che decise si piantare nell’erba con la convinzione di farla cresce. Quella piccola bambina con tutto suo amore si prende cura di quella piccola torre eiffel, in un piccolo paese le voci girano e presto la notizia di quella piccola torre eiffel diventa conosciuta da tutti.. quel posto.. diventa la piccola parigi.

“Oh mia piccola, la gente ti considera adulto solo quando inizi a lamentarti, ricorda! Se non lo fai, credono che tu non lo sia ancora, qualunque età tu abbia! Ti vedono lì, sognante e sognatore, e non ti giudicano affatto affidabile! Perchè non sei come loro. Quando invece inizi a lamentarti…bum! Ecco che iniziano a pensare, diavolo se sei cresciuto! Io ho finto tutta una vita di lamentarmi delle cose, quando in realtà a me stava bene tutto! E guarda un po’…sono diventato vecchio!”

Mi sono innamorata di questa piccola storia, mi ha dato tanto quella sensazione di casa, che ti fa venir voglia di metterti li’ seduto al caldo con una cioccolata calda pronta a vivere questa storia d’amore e fragilita’, ma non la solita storia d’amore dei romanzi rosa, una storia fatta di poesia. Ho letto questo libro in nemmeno due ore, e vi dico che e’ stato un piacere immenso leggerlo, con punteggiature, dettagli e tanti afrosimi che hanno reso il tutto molto scorrevole, quindi adatto per tutte le eta’. Non c’e’ una cosa che non mi sia piaciuta sinceramente, trovo questo libro molto interessante e molto bello, consiglio davvero a tutti di leggerlo, e’ una semplice lettura che ti scalda il cuore.

Ringrazio Alessandro Tonoli per avermi permesso di leggere il suo libro, per aver riposto in me la sua fiducia. E gli faccio i complimenti per questo caloroso libro e per il modo in cui e’ stato scritto. Auguro tanto successo per questo libro e per altri che spero che ci saranno e che spero che poter leggere. 

 “Il tempo distrugge l’uomo,
l’uomo distrugge il resto.
L’amore li distrugge entrambi”… 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...